Miglior Antifurto Casa Wireless

Antifurto casa ? Scegli il migliore
Miglior allarme per casa

Molti ci inviano delle richieste su come scegliere il miglior antifurto wireless per la propria casa, questo blog è stato creato da un gruppo di tecnici, installatori o semplici hobbisti, desiderosi di condividere con i lettori le loro esperienze e conoscenze nel campo degli impianti d’allarme. L’intento è quello di offrire consigli, con un linguaggio semplice e alla portata di tutti, a chi voglia comprare il miglior antifurto casa wireless o via filo e non abbia ancora le idee chiare su quale allarme per la sua abitazione scegliere. 

Miglior allarme per casa
Migliori allarmi per la tua abitazione

Fondamentale e’  l’attenzione al prezzo del prodotto scelto. Grazie all’e-commerce, infatti, anche un impianto anti-intrusione e’ acquistabile on line. E’ possibile trovare dei pratici kit antifurto fai da te, forse il miglior antifurto casa sia wireless che non per chi vuole risparmiare  che non richiedono la presenza di un tecnico per l’installazione e con la migliore comunicazione tra i sensori senza fili, grazie alla quale non è necessario operare interventi sulle murature se non il semplice forare con un trapano le pareti per attaccare i sensori volumetrici chiamati anche pir o infrarossi.

Continua a leggere Miglior Antifurto Casa Wireless

Finestre aperte d’Estate ed Allarme Inserito quando si è in casa

barrieraesternaIn primavera ed estate si sta con le finestre aperte. Fa caldo, e a meno che non si utilizzi l’aria condizionata, è impossibile tenere tutto chiuso. Si ha però paura, specie se si abita in ville oppure in attici confinanti con lavatoi, dell’ entrata dei ladri. Come conciliare l’esigenza di avere un po’ di frescura in casa con la sicurezza di non doversi trovare di fronte un malintenzionato? Utilizzando gli allarmi perimetrali.

Come funzionano:
visivamente si presentano come due “stecche” lunghe almeno 20-30 cm. Poste in parallelo tra di loro creano una barriera invisibile a raggi infrarossi, al passaggio di un essere umano questo “fascio” si interrompe ed invia un impulso di allarme alla centralina. Lo abbiamo spiegato in parole povere, il funzionamento è pressappoco questo. Ci sono poi anche i rilevatori singoli o quelli a tenda che vengono installati singolarmente per coprire lo spazio di una finestra. Hanno uno uno spettro di copertura di 110-130 gradi.

Si può installare in maniera perimetrale, ovvero lungo il perimetro esterno delle possibili entrate, quindi sotto finestre, porte finestre, balconi, porte di garage, abbaini, muri esterni di ville e uffici.

rilevatorefinestraIl problema che si presenta più di frequente sono i “falsi allarmi“. Stare in casa, magari di notte, con l’allarme che suona è un’esperienza poco gradevole. Ci svegliamo in preda al panico, credendo di trovarci i ladri in casa, ma non è così. Per evitare che il passaggio di un uccellino, di un gatto oppure di foglie o altri oggetti che volano per il troppo vento bisogna installare dei sensori perimetrali di qualità che devono essere ben  tarati.

Ogni corpo umano emette del calore, i sensori riescono a “capire” quando si tratta di un animale o ancora di più facilmente se è un oggetto quello che ha interrotto il fascio.

Antimascheramento: i sensori perimetrali vengono solitamente “camuffati”, non dovrebbero essere visibili agli occhi dei ladri, in caso fossero individuati, se qualcuno volesse manometterli, troverà comunque vita difficile. I modelli più sofisticati sono dotati infatti di “antimascheramento“. Se si oscura la finestra da dove parte il raggio, il sensore invia un segnale di allarme, oppure hanno anche l’ “antistrappo” in caso di manomissione.

Quando piove, in caso di maltempo: ogni sensore da esterno ha tra le sue caratteristiche il grado di protezione espresso attraverso la sigla Ip seguita da un un doppio numero, ad esempio IP3. Più sono alti i numeri, maggiore è il grado di protezione. IP46 ad esempio è protetto da colpi e da ondate d’acqua.perimetrale

Prezzi: i  modelli singoli o a coppia più semplici costano 30 euro. Quelli sofisticati con doppio o triplo controllo, ad esempio raggi infrarossi Pir e microonde, con analizzatore di movimento e compensazione automatica di luce sono più costosi. Si alimentano con pile ad alta durata e sono connessi alla centralina attraverso segnale wireless.
Il prezzo è influenzato anche dalla “portata“, ovvero da quanto spazio coprono in lunghezza i sensori, ovvero 30,50 o centinaia di metri.