ip cam sicurezzapoint

Ip Cam : Come Funzionano

Si sente sempre più spesso parlare di telecamere ip e di sistemi di trasmissione collegati alla rete. Una telecamera ip è un dispositivo di trasmissione diretta su rete dati, capace di produrre un segnale video digitale che per essere utilizzato non ha necessità di essere convertito.

Viene chiamata telecamera di rete ma, senza un computer di supporto, è praticamente inutilizzabile: per questo motivo, come telecamere ip, viene spesso indicato il sistema composto dal dispositivo trasmissione e dal computer di supporto.

Una network cam, intesa nel senso stretto del termine, è composta da un obiettivo, un sensore, un processore per l’elaborazione delle immagini e una memoria interna che serve esclusivamente per l’installazione del software e del firmware. Le immagini registrate dalla ip cam, infatti, vengono inviate direttamente al computer di riferimento e vengono, eventualmente, registrate su un supporto magnetico esterno.
Ip cam e web cam non sono due elementi tra loro assimilabili: le telecamere ip, infatti, possono essere posizionate in qualsiasi punto vi sia una connessione di rete disponibile e non necessitano di un collegamento diretto al computer per funzionare.
Lo schema di funzionamento di una telecamera ip, infatti, è:
telecamera ip -> router/switch PoE -> computer.
Proprio questa su caratteristica viene sfruttata per l’inserimento nei sistemi di videosorveglianza: le network cam, infatti, sono il cuore degli impianti di vigilanza video moderni delle abitazioni e delle strutture industriali e commerciali.

Diverse ip cam posizionate in punti diversi dei locali e degli spazi esterni permettono di avere il continuo controllo dello spazio grazie alle immagini trasmesse ai computer e ai monitor della sorveglianza.

In particolare però, grazie all’evoluzione della tecnologia e dei sistemi internet e software, molte telecamere ip attualmente disponibili in commercio possono essere gestite e controllate anche dagli smartphone di ultima generazione, che possono comunicare con le ip cam per ricevere il segnale video. Questa è una funzionalità particolarmente utile e comoda per chi desidera avere il controllo totale della sua abitazione in qualsiasi momento, per vegliare su eventuali animali domestici oppure, semplicemente, per avere la certezza di avere occhi ovunque all’interno della propria casa, anche quando si è lontani.

Come funziona una telecamera ip?

Alla stregua di un computer o di un qualsiasi device elettronico che può essere collegato a internet, anche le network cam sono in possesso di un loro indirizzo IP.

Grazie a ciò, le telecamere di rete possono svolgere differenti funzioni, tra cui:
– protocollo FTP
– server web
Inoltre, ha disposizione diversi protocolli IP per la rete e la sicurezza, così da offrire numerose funzionalità aggiuntive.
Come spiegato in precedenza, le network cam possono essere installate in qualsiasi punto dell’ambiente interno ed esterno ma, ovviamente, devono devono poter essere collegate alla rete elettrica. E’ pur vero che esistono in commercio delle telecamere ip che possono essere alimentate anche a batterie, ma si tratta di prodotti di qualità non eccellente, che nn garantiscono un risultato ottimale per l’obiettivo che si intende raggiungere con l’installazione di un prodotto come questo.

Allo stesso modo, poi, le ip cam necessitano di un collegamento al router attraverso un cavo ethernet: è vero, infatti, che possono essere gestite anche via Wi-Fi ma, la stragrande maggioranza delle camere IP non dispone di un proprio modulo Wi-Fi ma utilizza quello del router. Quindi, in pratica, quando si vuole gestire una network cam tramite segnale Wi-Fi, via computer o smartphone, si deve passare attraverso il router.
Dopo aver effettuato collegamenti e configurazione, la camera è pronta all’utilizzo e alla trasmissione su una rete IP.
In base al software presente sul terminale di gestione, le immagini possono essere solo visualizzate o anche registrate. A tal proposito, assieme alla Ip cam viene solitamente fornito un software per la gestione da utilizzare su un computer: non tutte le camere permettono la registrazione delle immagini ma, in quel caso, è consigliabile dedicare alle registrazioni dell’ip cam un supporto magnetico di archiviazione esclusivo.

I motivi per attuare questa scelta sono molteplici ma si basano soprattutto sulla necessità di poter in qualsiasi momento avere accesso ai file video registrati senza interferire con il resto del computer. Inoltre, tutte le camere ip attualmente in commercio dispongono della funzionalità di cancellazione automatica delle immagini video dopo un certo periodo di tempo, determinabile a discrezione dell’utente.

In questo modo è possibile eliminare in automatico le eventuali registrazioni prive di importanza, in modo tale da non sovraccaricare mai la memoria.
La registrazione, con i modelli attualmente in commercio, non può mai avvenire direttamente su dispositivo mobile (smartphone, tablet ecc.). Questi device, infatti, possono esclusivamente essere utilizzati per la visualizzazione delle immagini trasmesse su rete IP ma non per la registrazione.

Ip cam come sistema di allarme

Tra le funzionalità delle ip cam c’è anche quella, molto utile, di poter essere impiegata non solo come supporto in un sistema di sorveglianza, ma anche come centro nevralgico di un sistema di allarme.

Le telecamere ip, infatti, possono reagire ai movimenti all’interno del loro campo di azione, inviando quindi un sms o un’email a un contatto precedentemente stabilito con il rapporto registrato.

Ovviamente, in caso di animali domestici, l’utente può impostare delle restrizioni sul campo di azione della camera, in modo tale che non vengano rilevati movimenti al di sotto di una certa altezza, corrispondente a quella dell’animale. Nel rapporto inviato al contatto viene inserita in allegato l’immagine che ha fatto scattare l’allarme, così da dare all’utente la possibilità di valutare l’entità dell’allarme per far scattare eventuali interventi delle forze dell’ordine.
Inoltre, le telecamere ip sono in grado di registrare anche immagini in scarse condizioni di luminosità, quindi anche in notturna, in quanto sono dotate di sensori a infrarossi capaci di catturare immagini nitide e chiare anche al buio. In questo caso, però, le immagini vengono registrate in bianco e nero anziché a colori, ma la qualità dell’immagine resta comunque soddisfacente.
Inoltre, alcuni modelli di ip cam, vengono venduti con il filtro IR-cut. Si tratta di un’evoluzione del sistema Ir, che permette di tagliare lo spettro del visibile, garantendo un’ottima visuale anche in notturna.

Telecamere ip prezzi

Per le telecamere Ip prezzi diversi corrispondono nella maggior parte dei casi a dispositivi con caratteristiche differenti.
In linea di massima, i modelli di telecamere ip più semplici e funzionali possono essere acquistati anche con poche decine di euro. Esistono in commercio alcuni modelli validi che costano circa 30 euro e che svolgono egregiamente la loro funzione di base.

Per ottenere prodotti di più alto livello, però, occorre guardare a modelli con un costo più elevato. Infatti, se si desidera installare una ip cam con caratteristiche superiori, motorizzata e dotata di optional, il prezzo può salire fin oltre i 100 euro per ciascuna camera.

Per l’acquisto di queste telecamere Ip le caratteristiche devono essere accuratamente valutate prima: infatti, la scelta della camera va fatta in relazione alle effettive necessità. In ambito domestico, quando la camera dev’essere utilizzata per una video sorveglianza senza troppe pretese, sono sufficienti i modelli più semplici mentre, quando si vuole un dispositivo di allarme per strutture più complesse, allora è necessario spendere un po’ di più.

Dopo aver letto questa rapida guida sulle IP cam, avete già deciso quale modello installare nella vostra abitazione?

Lascia una risposta